Martedì, 04 Ottobre 2022

Giornalista iscritto all'Albo Nazionale dal 2012

Attualmente redattore del mensile Mistero

rivista dell'omonima trasmissione televisiva di Italia Uno

 

Per contatti e richiedere la presentazione dei libri mail: g.balena@libero.it

Nessun evento trovato
loader

Rassegna stampa

 

Notizie ANSA

A+ R A-

La pista Mattei non decolla ancora N.16 13/03/2010

In questi giorni, dopo circa sei mesi di sospensione, era prevista la ripresa dei lavori per l’ampliamento e completamento dell’avio pista Mattei di Pisticci commissionati dal Consorzio per lo sviluppo Industriale di concerto con la Regione Basilicata e la Provincia di Matera. Per ora, però, per l’ennesima volta niente di fatto. Un manipolo ben agguerrito di cittadini, prevalentemente imprenditori agricoli della frazione di Trincinato di Pomarico, hanno fatto capolino sulla strada provinciale Pisticci Scalo-Pomarico con grande sorpresa per la ditta esecutrice dei lavori. Con l’inizio dei lavori di sbancamento, infatti, e la contestuale chiusura della strada in questione gli abitanti della zona dovrebbero sopportare disagi certamente non di poco conto. La protesta si è trasformata in un vero e proprio presidio che ha, almeno per il momento, rinviato nuovamente l’inizio dei lavori. Michele Leone sindaco di Pisticci ha chiesto alle autorità competenti il rinvio dell’esecuzione dei lavori per evitare un’escalation della protesta. Lo stesso problema si era, però, già presentato a settembre scorso. In quell’occasione i cittadini della zona avevano già rivendicato la loro sostanziale contrarietà all’ampliamento della pista Mattei che, di fatto, avrebbe significato la definitiva chiusura di un’arteria stradale, sebbene interna, di vitale importanza per l’economia agricola del circondario. Il presidente della Provincia di Matera Franco Stella in quell’occasione rassicurò la comunità promettendo l’individuazione, di concerto con il Consorzio Industriale, di un percorso alternativo per l’ampliamento della pista salvaguardando, in buona sostanza, la strada provinciale di Trincinato. A dicembre scorso, in assenza di proposte alternative, c’era stato un nuovo tentativo di iniziare i lavori ma anche in quel frangente il tutto fu rimandato a causa delle vibranti proteste dei cittadini. Problema rinviato e soluzione rinviata. Restano, dunque, al palo circa 6,1 milioni di euro d’investimento per l’allungamento della pista da 1.400 a 1.590 metri, l’aviorimessa, la stazione di servizio dell’aerostazione, il potenziamento della torre di controllo e degli impianti per la predisposizione al volo notturno. La realizzazione della pista rappresenterebbe certamente un importante volano di crescita per l’economia turistica per esempio del metapontino. La pista di terzo livello voluta negli anni sessanta proprio per esigenze personali da Mattei resta, per ora, ancora un sogno proibito.

 

Pubblicato sul settimanale Il Resto N.16 13/03/2010