Sabato, 28 Marzo 2020

Giornalista iscritto all'Albo Nazionale dal 2012

Attualmente redattore del mensile Mistero

rivista dell'omonima trasmissione televisiva di Italia Uno

 

Per contatti e richiedere la presentazione dei libri mail: g.balena@libero.it

Nessun evento trovato
loader

Rassegna stampa

 

Notizie ANSA

A+ R A-

Parola d'ordine: Teschio e Ossa - Gennaio 2020

“Teschio e ossa”. Di per sé questa dicitura rimanda a suggestioni macabre e misteriose ma in realtà negli ambienti esoterici fa riferimento a una società segreta studentesca dell'università di Yale, in Connecticut. Per via del suo carattere riservato e di un elevato numero di illustri appartenenti è stata citata in varie teorie del complotto.

Questa società segreta non è l'unica realtà nel suo genere: all'interno dell'università di Yale, infatti, vi sono altre cinque società segrete in competizione con la Skull and Bones. Ogni primavera si svolge il cosiddetto “Tap Day” in cui gli esponenti di ciascuna società segreta effettuano uno strano rituale che consiste nel toccare sulla spalla gli studenti del terzo anno che intendono cooptare per il successivo anno accademico, procedendo in seguito a integrare altri prescelti se quelli originali vengono meno; alla fine vengono selezionati in tutto 90 studenti sui circa 1.300 dell'anno in corso.

Skull and Bones è balzata all’attenzione della cronaca in particolare durante le elezioni presidenziali statunitensi del 2004, in quanto entrambi i principali candidati, John Kerry del Partito Democratico e George W. Bush del Partito Repubblicano, ne erano stati membri negli anni Sessanta. I due pretendenti sono stati intervistati in merito alla loro presunta appartenenza a questa fratellanza durante due diverse puntate del programma di approfondimento “Meet the Press” della NBC. Kerry ha risposto che la sua appartenenza alla Skull and Bones «non significa molto, perché è un segreto», mentre Bush ha spiegato che è una società «talmente segreta che non ne possiamo parlare».

Questo è ciò che trapela all’esterno; ma cosa nasconde realmente questo misterioso sodalizio?

Le origini

L’organizzazione è stata fondata nel 1832 in seguito a una disputa fra i circoli culturali Linonia, Brothers in Unity e The Calliopean Society in merito all'assegnazione dei premi di quell'anno della confraternita Phi Beta Kappa. Si tratta della più antica tra le associazioni analoghe presenti a Yale, essendo stata fondata durante la presidenza di Andrew Jackson.

 William Huntington Russell e Alphonso Taft (padre del presidente William Howard Taft) per ripicca fecero nascere “The Order of the Skull and Bones”. Nel 1856 fu invece costituita la Russell Trust Association al fine di gestire il patrimonio della setta; tale fondazione possiede e gestisce tutt’oggi la cosiddetta “Tomba”, ossia l'edificio più importante della società nel campus di Yale e Deer Island, un isolotto sul fiume San Lorenzo al confine tra Canada e Stati Uniti.

La prima menzione esplicita e pubblica della Skull and Bones risale al 1871 ossia l’anno di pubblicazione del libro di Lyman Bagg intitolato “Four Years at Yale” (Quattro anni a Yale).

Skull and Bones è colloquialmente chiamata anche “Bones” e i suoi appartenenti “Bonesmen.

I rituali

Skull and Bones rispetta e perpetua rituali e tradizioni con una forte valenza esoterica e simbolica, tenuti nel più stretto riserbo e parzialmente ricostruiti e divulgati da alcune fonti giornalistiche tramite interviste a presunti appartenenti alla società protetti dall'anonimato.

L’anonimato e la riservatezza sono evidenti già nel frequente utilizzo in codice del misterioso numero 322: quando un Bonesman scrive ad un altro Bonesman ogni comunicazione si conclude con la dicitura “Yours in 322” (letteralmente: “Tuo, nel 322”).

Il rituale di iniziazione si svolge nella camera più interna della cosiddetta “Tomba”, detta anche “Tempio Interno” o “Camera 322”. Qui, secondo anonimi informatori, il neofita viene fatto accomodare in una bara per rinascere dal mondo dei “barbari”; con questo appellativo vengono identificati coloro che non appartengono alla società segreta. Tutto ciò avviene alla presenza di Bonesmen degli anni passati detti “patriarchi”.

Durante il rito di iniziazione l’adepto ha gli occhi bendati, i piedi scalzi e a sua insaputa una corda viene infilata intorno al collo. É spogliato di qualsiasi oggetto metallico e viene calato nella bara ricoperta dalla bandiera piratesca. Quando si rialza viene accompagnato attraverso la loggia percorrendo l’intero perimetro del tempio e lo si fa arrestare tre volte in prossimità del centro della sala caratterizzato da un pavimento con un mosaico di piastrelle bianche e nere, stilisticamente in linea con il classico tempio massonico. Nell’ultima parte del rituale, infine, si recitano formule di ringraziamento e di benvenuto per salutare e accogliere il nuovo adepto.

Agli iniziati viene attribuito un nuovo nome, ovvero un nomignolo con il quale saranno noti ai compagni della Skull and Bones per il resto della vita. Questo battesimo avviene secondo regole e usanze precise: il più alto del gruppo, ad esempio, generalmente è denominato “Long Devil” mentre “Boaz” (abbreviazione di Belzebù ma anche riferimento alla colonna del Tempio di Salomone) è il capitano della squadra di football; altri nomi sono tratti dalla mitologia, specialmente nordica, come per esempio Odino, Thor e Baal. Magog è invece il neo-affiliato con più esperienza sessuale, mentre Gog è all'opposto colui che ha meno esperienza sessuale.

I vertici della Skull and Bones si riuniscono ogni martedì e domenica sera per la cena dopo alcuni canti rituali e il cosiddetto “Hearing of Excuses” in cui ciascun membro fa ammenda dei propri errori. In seguito si dibatte per novanta minuti di argomenti estratti a sorte. Un momento topico della vita di ogni iniziato è poi il cosiddetto “Connubial Bliss” ossia una confessione pubblica in cui tutti devono raccontare nei minimi dettagli il loro passato sessuale e sentimentale.

Alcuni riferimenti simbolici

Come abbiamo visto un numero simbolico ricorrente nella tradizione e nella cultura dell’organizzazione è il 322. Secondo alcuni potrebbe riferirsi all'anno di morte dell'oratore greco Demostene, considerato importante nell’ambito della società segreta perché indicato come modello da seguire per le sue particolari doti di oratore e per la sua spiccata propensione al dibattito aperto.

Sotto la tipica immagine della Skull and Bones che è costituita dall’emblema del teschio sopra le ossa incrociate appare proprio il numero 322. Secondo altri invece il numero 322 potrebbe rappresentare in maniera mediata il culto segreto di Satana. Ufficialmente invece la divinità venerata dai Bonesmen è la dea Eulogia il cui nome deriva dal termine greco che significa “buona parola” e che, allo stesso tempo, contraddistingue un’altra denominazione con la quale è conosciuta la Skull and Bones ossia “Eulogian Club”.

Il concetto della morte è un leitmotiv costante nella cultura di questo club e non a caso gli ambienti sono pieni di scheletri e teschi (tra i quali ci sarebbe anche quello del capo indiano Geronimo); infatti in maniera informale la società si definisce anche “Ordine della morte” poiché è fortemente legata al concetto della morte intesa come opportunità di rinascita.

Il teschio che sovrasta due ossa incrociate è un simbolo piratesco ma anche massonico e simboleggia la vittoria dello spirito sul corpo. Il teschio rappresenta infatti la saggezza e lo spirito dell'uomo, mentre le due tibie incrociate indicano il disfacimento del corpo fisico. Si tratta di un simbolo diffuso in diversi contesti ma sempre collegato al concetto della morte.

Struttura e attività

La struttura organizzativa della Skull and Bones è molto semplice, ma allo stesso tempo estremamente funzionale; l’organigramma si compone di soli tre segmenti: il Cerchio Esterno, il Cerchio Interno e il Nucleo Interno. Il Cerchio Esterno è in pratica la facciata della società, composta da uomini di spicco che svolgono attività per conto della confraternita in maniera palese e visibile. Il Cerchio Interno è invece composto da più società legate al vincolo della riservatezza e direttamente collegate al Capitolo 322. Infine, il Nucleo Interno è in pratica il club più riservato della società segreta; si tratta di un numero ristretto di membri con potere decisionale. Del Nucleo Interno fanno parte il Comitato Esecutivo e il Gruppo di Azione.

Una delle attività predominanti della Skull and Bones è quella di stabilire fin dalla sua nascita una vera e propria catena di influenze che si riflette soprattutto nelle alte sfere del potere; questa caratteristica assicura alla società stessa la continuità dei propri schemi cospirativi. I membri della Skull and Bones provengono esclusivamente da famiglie agiate che vantano parentele nobiliari e che sono intimamente connesse con i vertici della politica. I membri della Skull and Bones vengono spinti a imparentarsi tra loro per garantire una presenza costante e capillare nei posti chiave della politica, dell’economia e della finanza. Ciò confermerebbe dunque la perniciosa commistione tra poteri forti e ambiente esoterici.

Secondo alcune indiscrezioni nella sala antistante la famosa “Tomba” dove avviene il rito di iniziazione ci sarebbe l’enigmatica frase in tedesco che recita “Wer war der Dummkopf, wer war der Weise, der Bettler oder der König? Arm oder reich, wir alle sterben trotzdem“ ossia nella traduzione italiana a “Chi era lo sciocco, chi il saggio, il mendicante o il re? Poveri o ricchi, tutti moriamo ugualmente”.