Giovedì, 23 Settembre 2021

Le invenzioni di Nicola Tesla

Nessun evento trovato
loader

Rassegna stampa

 

Notizie ANSA

A+ R A-

Le invenzioni di Nicola Tesla

Nicola Tesla racconta se stesso: la vita di uno scienziato particolare narrata in prima persona proprio attraverso le sue parole. Chi era effettivamente l’uomo che è stato considerato solo a posteriori un genio assoluto, un inventore e un grande anticipatore della scienza moderna? Era solo il precursore della robotica o il primo utilizzatore delle grandi potenzialità della corrente elettrica? Questo libro è una biografia atipica, quasi fuori dal tempo, dove si parla delle sue invenzioni ma si scoprono anche il carattere e le inclinazioni personali del grande inventore: ironico, solitario, eccentrico e con una grande immaginazione che addirittura lo portava di frequente ad avere delle vere e proprie allucinazioni.
Oltre trecento le sue realizzazioni pratiche grazie alle quali quasi inconsapevolmente è diventato l’iniziatore di una nuova scienza: la “teleautomatica” antesignana proprio della più moderna robotica. Alla sua grande dedizione e apertura mentale per la ricerca scientifica e tecnica si contrapponevano le sue particolarità caratteriali: riflessivo e taciturno e per questo a lungo bistrattato.
Lo stesso Tesla pubblicò questa sua autobiografia a puntate, nel corso del 1919, sulla rivista “Electrical Experimenter”. Il suo motto era “La scienza è solo una perversione se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità”.
A Nikola Tesla è stata attribuita anche la progettazione, in realtà non dimostrata, del cosiddetto “raggio della morte”, un’arma segreta a particelle magnetiche. Negli ultimi anni della sua vita ha elaborato teorie legate alla fisica quantistica e ha studiato e ipotizzato invenzioni particolari tra le quali le tecnologie antigravità, una macchina per fotografare i pensieri e una radio in grado di inviare segnali su altri pianeti.
A causa della sua personalità eccentrica e delle sue affermazioni talvolta apparentemente bizzarre e incredibili, negli ultimi anni della sua vita Tesla è stato ostracizzato e considerato una sorta di "scienziato pazzo". Ha lasciato una scarsa documentazione sui risultati ottenuti in seguito alle sue ricerche, spesso sotto forma di appunti e quasi mai organizzati in lavori comprensibili a tutti.
Tesla morì per un attacco cardiaco tra il 5 e l'8 gennaio del 1943 all'età di 86 anni. Nonostante avesse venduto i suoi brevetti sulla corrente alternata, era praticamente nullatenente e lasciò consistenti debiti. Nello stesso anno, però, la Corte Suprema degli Stati Uniti d'America impugnò il suo brevetto, riconoscendo lo scienziato come l'inventore della radio.
Una personalità complessa e per alcuni versi misteriosa che ancora oggi fa parlare di sé.
 
Pensando un film: Il segreto di Nicola Tesla di Papic (1980)
Pensando una canzone: Tesla Girls di Orchestral Manoeuvres in the Dark (1984)

La citazione
«All'età di dieci anni feci il mio ingresso al Reale Ginnasio di Gospic, un nuovo istituto organizzato piuttosto bene. Nel reparto di fisica c'erano diversi modelli delle classiche strumentazioni scientifiche, sia elettriche che meccaniche. Le dimostrazioni e gli esperimenti eseguiti di volta in volta dagli insegnanti mi affascinavano e costituivano indubbiamente un potente incentivo all'invenzione. Anche la matematica mi appassionava molto e spesso mi guadagnavo la lode del professore per il calcolo rapido. Questo grazie alla facilità che acquisii nel visualizzare figure ed eseguire operazioni non nella consueta maniera intuitiva, ma come se fossero una realtà concreta. Fino a un certo grado di complessità scrivere i simboli alla lavagna o farli apparire nella mente per me era uguale. Invece il disegno a mano libera, a cui erano dedicate molte ore, era una seccatura che non riuscivo a sopportare. Ed era una cosa piuttosto curiosa, dal momento che la maggior parte dei miei familiari eccelleva in quella disciplina».

Nicola Tesla

L’autore
Nikola Tesla (1856-1943) è stato un ingegnere e inventore di origine serba. Le sue ricerche hanno dato grande impulso alla realizzazione delle prime invenzioni come la trasmissione dell’elettricità in corrente alternata, il motore elettrico asincrono e la bobina che genera fulmini artificiali. Egli è stato anche l’ideatore dei trasformatori elettrici che si rivelarono utili anche per la trasmissione delle frequenze radio senza fili. Dopo la laurea in ingegneria lavorò nel campo delle comunicazioni telegrafiche per diverse compagnie europee e si trasferì poi negli Stati Uniti dove entrò in contatto anche con Thomas Alva Edison e lavorò per qualche anno all’interno della sua azienda.

Scheda tecnica del libro
Autore: Nicola Tesla

Casa editrice: L’Età dell’Acquario Edizioni

Pubblicazione: 2017

Formato: 14x21 cm

Pagine: 96

Prezzo: 12

 

  

Il Giardino dei libri